logo image

PALESTINA – UN FILMATO – MARTEDI’ 14 AL TEATRO NANNI LOY

May 13th, 2013  |  Published in Accademia, Mondo, Politica

Download PDF

0001

Martedì 14 maggio 2013, alle ore 18.00, nel Teatro Nanni Loy (Casa dello studente via Trentino) a Cagliari, si terrà il

65° ANNIVERSARIO DELLA NAKBA

.

La Giornata è organizzata al fine di commemorare la Nakba (Catastrofe) del popolo palestinese del  1948 e riaffermare il principio del Diritto al Ritorno, come sancito dalla risoluzione 194 delle Nazioni Unite. L’evento prevede, oltre alla proiezione del documentarioJaffa – La meccanica dell’arancia del regista israeliano Eyal Sivan, gli interventi di Laura Tocco dell’Università di Cagliari e di Simone Ogno, studiosi della storia del Vicino oriente e del conflitto israelo-palestinese. Giuseppe Pusceddu, dell’Associazione Amicizia Sardegna Palestina, introdurrà e coordinerà l’incontro.

Il documentario Jaffa-La meccanica dell’arancia parla di Jaffa, città occupata nel maggio 1948 e in gran parte demolita subito dopo. La maggior parte della popolazione, 50.000 persone, fu spinta in mare. Ora «Jaffa» è anche un marchio israeliano dei pompelmi e delle arance palestinesi. Il documentario descrive lo sfruttamento delle risorse, la «meccanica dell’arancia», e l’occupazione della Palestina attraverso filmati d’epoca e interviste a persone comuni oppure a personaggi della cultura, intellettuali e storici, sia israeliani che palestinesi.

Tutta l’opera cinematografica di Eyal Sivan – più di 15 film – è incentrata sulla società israeliana e sul conflitto israelo-palestinese. Poiché Sivan si oppone pacificamente alla politica israeliana nei confronti dei palestinesi, si è sempre sforzato di agire in modo indipendente affinché non vi sia nessuna ambiguità. Infatti egli non ha mai beneficiato di alcun supporto ufficiale israeliano, modo tale da evitare di essere strumentalizzato.

L’evento è organizzato dal Comitato studentesco “Amici Palestina libera”, in collaborazione con l’Associazione “Amicizia Sardegna Palestina” e con il comitato accreditato dell’Ersu.

Jaffa

CHI E’ EYAL SIVAN?
Eyal Sivan è nato a Haifa (Israele) nel 1964. Fotografo, militante politico, regista, lascia Israele per Parigi nel 1985. Il suo primo film “Aqabat-Jaber, vie de passage” vince al Cinéma du Réel nel 1987 e lo segnala a livello internazionale. Da allora i suoi documentari vengono presentati ai festival più importanti suscitando reazioni appassionate e polemiche.
Autore lontano dalle formule abusate del cinema politico, Eyal Sivan racconta Israele come nessun altro. Dall’interno, secondo un’interrogazione appassionata del passato e della memoria, con uno sguardo rivolto al presente e alla realtà del mondo. Il suo dispositivo cinematografico, spostando l’attenzione dalle vittime ai colpevoli, rivendica il primato della responsabilità e della giustizia. Lo spettatore trova nei suoi film visioni nuove, spiazzanti, problematiche.
Da “Uno specialista”, cronaca sulle tracce di Hannah Arendt del processo al burocrate dell’Olocausto Adolf Eichmann, a “Route 181″, viaggio lungo la linea di confine di un possibile Stato binazionale, a “Aus Liebe zum Volk”, immersione nel modernissimo sistema di controllo della Germania Est, Sivan ci invita a una lettura che rovescia le certezze consolidate degli immaginari occidentali.
Download PDF Tags:

Your Comments

Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

Calendar

February 2017
M T W T F S S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 1 2 3 4 5

Cerca articolo

Archives


Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

You Tube

Whoops! There was an error retrieving the YouTube videos