logo image

Notas apitzus de su turismu. Sa boluntadi e sa sorti

August 21st, 2017  |  Published in Cagliari, In evidenza

Download PDF

Logo - isola senza fine - eng-5

Notas apitzus de su turismu. Sa boluntadi e sa sorti

Seus de duus mesis a oi infatu a unu progetu culturali e turistici chi si narat Sardinian Experience. Cuncordau paris de Lìngua Bia e una truma bella de professionistas.

Seus stètius is primus a proponni in Casteddu unu spetàculu de calidadi, in italianu e ingresu, apitzus de is artis tradizionalis de Sardìnnia. Seus fueddendi de launeddas, strumentus tradizionalis, costumus e ballus sardus.

Sardinian Experience andat ainnanti chena de dinai pùblicu, cun gastus mannus e una burocratzia comunali chi est stètia grai meda.

S’arresurtau est stètiu unu spantu. Eus cumprèndiu chi si potzant allonghiais is diis chi unu turista nci aturat in Casteddu, e cambiai puru sa stasoni aundi unu turista arribat. Eus fatu una cosa simpli: eus amostau, de manera sèria, cantu mannu est s’eredeu de sa tzivilidadi sarda.

At a tocai a ddu fai puru cun sa lìngua, perou fintzas a oi chini tenit su poderi de cudda origa no intendit.

Custa nota no est apitzus de Sardinian Experience. Sa chistioni est chi sempiri sa Sardìnnia est pintada comenti a sa terra de su mari stravanau e limpiu. Diaci est, e andat beni, perou depeus sempiri sighiri a traballai sceti cun custa calidadi? Su mundu no ddu scit giai?

Fatu-fatu mi pongu a ligi arrevistas e giorronalis italianus e internatzionalis. Sa fotografia chi andat impari cun sa publicidadi “Sardegna endless island” est sempiri sa fotografia de una plàgia. Poita? Poita est chi depiaus sighiri cun custu “stereotipo”? Poita no nci poneus sa fotografia de una sonadora de launeddas, o de sa crèsia de Saccargia, e de su sistema de nuraxis de Santu Antine?

Depeus sciri puru ca la lei urbanistica noa e custa bisura tùristica, chi castit prus a is costeras chi a atèrus logus, pigat unu tretu craru: fai dannu a is logus chi no funt in costera. Perou pustis faeus is cunvènnius apitzus de su “spopolamento”!

 

Note sul turismo. Il caso e la volontà

Da due mesi portiamo avanti, con Lìngua Bia ed un bel team di professionisti, un progetto cultural-turistico, che si chiama Sardinian Experience.

Siamo i primi ad offrire a Cagliari un prodotto culturale di qualità, in lingua italiana e lingua inglese, riguardante le arti tradizionali sarde. Vale  a dire launeddas, strumenti tradizionali, costumi e ballo sardo.

Sardinian Experience va avanti senza un euro di finanziamento pubblico, con grandi spese ed una burocrazia comunale che ci ha reso molto difficile realizzarlo.

I risultati sono straordinari. Abbiamo realizzato che possiamo allungare i tempi di permanenza, ed anche variare la stagione di arrivo, semplicemente mostrando, in modo serio e non machiettistico, l’enorme portato culturale della civiltà sarda.

Lo si dovrebbe fare anche con la lingua, se solamente chi ha il potere lo capisse.

In questo modo saremmo unici.

Ma questo post non è su Sardinian Experience. Questo post è su quanto, sempre e comunque, la Sardegna viene dipinta, innanzitutto da noi, come il luogo del mare bellissimo ed incontaminato. Accertato che è così, che senso ha continuare a puntare su questo aspetto? Il mondo sa già che il mare sardo è tra i migliori al mondo.

Mi capita di sfogliare rivista italiane ed internazionali. La fotografia che si associa alla pubblicità “Sardegna Endless Island” è la fotografia di una spiaggia. Perché? Perché continuare a far passare questo stereotipo? Perché non mettere la foto di una suonatrice di launeddas, o della basilica di Saccargia, o di Santu Antine?

Tra l’altro, la legge urbanistica e questa visione turistica che guarda solamente alle coste, vanno sempre in una sole direzione: sfavorire le aree rurali non costiere. Poi però facciamo i convegni sullo spopolamento!

 

 

 

Download PDF Tags:

Your Comments

Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

Calendar

November 2017
M T W T F S S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Cerca articolo

Archives


Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

You Tube

Whoops! There was an error retrieving the YouTube videos