logo image

Comune di Cagliari: lontano dai suoi abitanti

January 2nd, 2011  |  Published in Cagliari, Politica

Download PDF

Mario Marchetti, procuratore aggiunto, 26 marzo 2009: “Al comune di Cagliari la verità non si dice mai, nemmeno all’autorità giudiziaria”. Figuriamoci agli abitanti. Un gigantesco buco nero si aggira per la capitale della Sardegna. Gli uffici comunali. Sedi di potere delle famiglie, paradiso dell’opacità. Un danno incalcolabile per i cittadini. Un supplizio per i dipendenti.

Oggi i dipendenti comunali sono circa 1.600. Dieci anni fa erano circa 2.500. A guidarli una trentina di dirigenti. Tutti ex funzionari. Tutti legati tra di loro. Quasi tutti con forti legami politici. La cultura dell’organizzazione è inesistente. Il dirigente di turno si basa sul lavoro di qualche funzionario fidato. Tutto il resto è inefficienza, imboscamento, mobbing in alcuni casi. Alla faccia del collega di partito Brunetta.

In compenso si smantella ciò che di buono il comune aveva. L’esempio più lampante sono gli asili nido. In gestione diretta ce ne sono solamente due. E si vogliono far morire anche quelli. Il personale viene spostato. Gli educatori trasformati in amministrativi. Che tutti vadano dai privati. Alla faccia del servizio educativo pubblico.

La sicurezza sul lavoro, il CTM, la gestione degli spazi culturali, gli alloggi popolari, i parcheggi del Banco di Sardegna. Esempi. Ce ne potrebbero essere altri mille. Nel frattempo la città affonda.
Uno dei nodi strutturali della gestione affaristica, oltre il mattone, sono gli appalti. Si appalta a chi fa il prezzo più basso. I lavoratori là impiegati sono sfruttati. Spesso in nero. Quando poi l’imprenditore vuole fare qualche favore all’assessore o al dirigente di turno, si assumono amici e conoscenti. Che poi voteranno. E la tela affaristico-politica si allarga.

È interessante la storia della società di lavoro interinale fornitrice di braccia per il comune. La società che vinceva l’appalto da anni, ad un certo punto, ha perso. Ha vinto un’altra. Prima di cominciare a darle commesse, però, sono passati mesi. Sono cominciate strane e segrete trattative. E dopo, come per magia, i lavoratori interinali della vecchia società sono entrati nella nuova! Si vedono passare questi interinali, negli uffici comunali, e salutano tutti i politici. Li conoscono. Saranno tutti militanti politici di lungo corso?

Nel frattempo i dipendenti diminuiscono. Vanno in pensione e nessuno li sostituisce. Dove si ha contatto col pubblico le richieste aumentano e le risorse diminuiscono. Alla circoscrizione n. 4 (S. Benedetto. Genneruxi, CEP, Fonsarda, Monte Urpinu) l’anno scorso sono andati in pensione in 3 e nessuno li ha rimpiazzati. Il lavoro però è aumentato.

Però se c’è da scorrere una graduatoria di un concorso per funzionari sino ad arrivare ad un parente dell’Assessore, i soldi ci sono.

Se la magistratura buttasse un occhio sulle carte di via Roma, ci sarebbe da scoperchiare l’inferno. Ma le parentele, e la paura per le persone che contano, fanno desistere. È molto più semplice prendersela coi poveracci. Come quella volta dei topi in via Nazario Sauro, quando la Asl fece finta di non vedere.

Qualche anno fa, scherzando, si diceva che si sarebbe arrivati ad appaltare il servizio anagrafe. Ora qualcuno lo sta proponendo seriamente.

Bisogna chiudere questo buco nero di familismo, inefficienza e gestione del pubblico da paese africano. I dipendenti, e la parte sana della città, possono guardare ad altri esempi. Devono.

Novembre 2009. Pubblicato su www.manifestosardo.org/?p=1806

Download PDF Tags: , , ,

Comments are closed.

Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

December 2022
Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sunday
28 November 2022 29 November 2022 30 November 2022 1 December 2022 2 December 2022 3 December 2022 4 December 2022
5 December 2022 6 December 2022 7 December 2022 8 December 2022 9 December 2022 10 December 2022 11 December 2022
12 December 2022 13 December 2022 14 December 2022 15 December 2022 16 December 2022 17 December 2022 18 December 2022
19 December 2022 20 December 2022 21 December 2022 22 December 2022 23 December 2022 24 December 2022 25 December 2022
26 December 2022 27 December 2022 28 December 2022 29 December 2022 30 December 2022 31 December 2022 1 January 2023

Cerca articolo

Archives


Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

You Tube

Whoops! There was an error retrieving the YouTube videos