logo image

DELLE REGOLE PER IL DECORO URBANO NEL CENTRO STORICO – UNA PROPOSTA SUI PRINCIPI

August 10th, 2013  |  Published in Cagliari, In evidenza, Politica  |  7 Comments

Download PDF

27005-800x531

 

Qualche settimana fa ho fatto pervenire, anche a seguito dell’interrogazione di cui al link http://www.enricolobina.org/wp/2013/07/11/tavolini-bellezza-e-buon-senso-nel-centro-storico-di-cagliari-una-interrogazione/ una prima bozza di proposte di linee guida su “Disciplina per lo sviluppo e il decoro delle attività su suolo pubblico”.

Al fine di avviare, in agosto e settembre, un dibattito sul tema, vi propongo la bozza.

Bozza di linee guida per “Disciplina per lo sviluppo e il decoro delle attività su suolo pubblico” – Comune di Cagliari – Area Piazza Yenne e quartiere La Marina

 

I luoghi condensano la memoria del vissuto, la stratificazione della riqualificazione urbana, il risanamento conservativo non solo del singolo edificio ma del complesso organismo fatto di agglomerati. Gli spazi della città sono oggi elementi del paesaggio urbano. […]

Il luogo pubblico, inteso come luogo esterno, luogo di tutti e di nessuno, estensione ed integrazione degli interni cittadini offre all’arte e all’architettura l’occasione di interpretare e consegnare alla storia l’identità della città. […]

L’oggetto dehors è inteso […] come oggetto di design, oggetto d’arte, che trova collocazione nella città per ornare spazi difficili che necessitano di trasformazione.

Obiettivo […] è arredare il suolo pubblico, creare alterazioni invisibili a favore del visibile, introdurre immagini che non alterino il significato del luogo ma che al contrario lo enfatizzino dolcemente”.

Tratto da una relazione tecnica presentata al Comune di Firenze

 

 

Un diffuso interesse per la riqualificazione dell’immagine e della scena urbana si riscontra in molte città europee e mondiali, ed appare in forte crescita la sensibilità nei confronti dei valori fisici o simbolici connessi alla percezione dello spazio pubblico.

In Sardegna, con l’approvazione del PPR (Piano Paesaggistico Regionale) si è affermato definitivamente il principio per cui nel momento in cui processi culturali cambiano in tutto il mondo e suggeriscono la conservazione dei valori naturali, storici e ambientali, la Sardegna ha deciso di non stare indietro.

Cagliari decide di non stare indietro. Da questi principi scaturiscono nuove idee di sviluppo del tutto sostenibili per l’ambiente, l’economia, il decoro urbano e la società in generale.

Recentemente le città più attrezzate hanno reso coerenti le istanze funzionali dell’uso dello spazio pubblico con le esigenze di protezione e rispetto della qualità del paesaggio e dell’ambiente.

L’utilizzo del “parametro paesaggistico”, insieme a quello del “parametro storico” e del “parametro ambientale”, intesi come elementi per le lettura combinata delle esigenze funzionali con le esigenze strettamente connesse al rispetto della specificità del contesto, oggi devono essere parte integrante dell’urbanistica e dei programmi di trasformazione della città.

In alcune aree e settori è necessaria una pianificazione di dettaglio. Per quanto riguarda lo sviluppo ed il decoro su suolo pubblico l’area di piazza Yenne ed il quartiere La Marina necessitano di una pianificazione di dettaglio.

Alcuni strumenti esistono già: sono il “Regolamento per l’inserimento ambientale di chioschi e spazi per il ristoro all’aperto in centro storico” e il “Regolamento per la collocazione di insegne di esercizio in Centro Storico”.

Per quanto riguarda il primo, diversi esempi puntuali delle aree interessate non paiono corrispondere ai dettami del regolamento, in particolare agli artt. 6-7-8-16-17, i quali, in assenza di altra pianificazione, si devono ritenere applicabili anche per i dehors. L’articolo 1 del regolamento, infatti, recita: “il regolamento disciplina l’utilizzo del suolo pubblico o privato mediante collocazione di chioschi o per spazi di ristoro all’aperto destinati ad attività turistico-commerciali-ricettive…”.

Non pare che l’allegato C delle NTA (Norma tecnica di attuazione) del PPCS (Piano Particolareggiato del Centro Storico) possa sostituire il regolamento in parola.

Nella catena amministrativa del Comune di Cagliari non è chiaro chi debba verificare che il regolamento venga rispettato. Non si spiegherebbe altrimenti il proliferare di dehors che non rispettano il regolamento. Lo stesso regolamento, che potrebbe essere completamente riscritto, dovrebbe prevedere un sistema di sanzioni, revoche e decadenze più chiaro. 

In ogni caso, vi è necessità di uno strumento regolamentare integrato. I quartieri La Marina e Stampace, infatti, sono carenti di aree pubbliche attrezzate a parco o per il gioco e lo sport, come previsto dal Decreto Floris (Decreto Ass. EE. LL.  n.2266 del 20.12.1983). Un utilizzo non corretto dei dehors non fa che aumentare queste carenze.

 

 

Alcuni principi

Armonia con il contesto

L’esposizione di oggetti di arredo e corredo a servizio degli spazi pubblici dedicati a ristoro e intrattenimento deve concorrere a riqualificare e caratterizzare l’ambito urbano in cui si colloca, ed evitare interferenze prospettiche, sproporzioni o disordine visivo. Deve essere garantita una contestualizzazione con la tradizione cittadina, nonché una eleganza formale ed una suggestione emotiva.

 

Distribuzione delle strutture sullo spazio pubblico

Bisogna prevedere una distribuzione equa degli spazi pubblici, che non comporti una eccessiva sottrazione di spazi comuni ai cittadini. Nelle aree oggetto di regolamentazione si deve procedere alla georeferenziazione, all’inventario ed al controllo delle strutture collocate su suolo pubblico.

Le aree a disposizione dei dehors potrebbero essere messe all’asta.

Il criterio deve essere ispirato al valore concreto del bene “spazio pubblico”, concesso secondo le opportunità offerte dai singoli luoghi. Ad un criterio proporzionale – come quello che si applica per concedere tratti di arenile ai gestori di ombrelloni e lettini – si deve aggiungere una analisi della funzionalità dei luoghi e del loro decoro culturale; il valore del premio di concessione deve essere ragionevolmente misurato sul valore commerciale e storico del luogo: un mq. In via Roma non può avere lo stesso canone di un bar di Mulinu Becciu.

Il motivo orientante viene reso da un paragone su un qualsiasi bene di proprietà pubblica dato in affitto: un attico su via Roma di proprietà comunale dato in affitto non può avere un canone inferiore di tropo al suo valore di mercato. La comunità – quindi il Comune, deve avere un tornaconto dagli affitti, e quindi prevedere i vantaggi dei servizi resi dai concessionari ai cittadini.

Il carattere di equità deve essere raggiunto prevedendo una fruibilità di ogni area anche per chi non voglia usufruire dei servizi messi a disposizione dai privati: un centro storico a misura di bambino, o di anziano, o più semplicemente di cittadino, ne ha bisogno. Non è accettabile che in alcuni punti della città si possa passare solamente in file indiana in un unico senso. Il Comune di Roma, a tal proposito, ha sviluppato il concetto di “massima occupabilità”. 

 

Indicazioni precise sugli elementi di arredo

Così come presente già nel Regolamento, seppure non particolareggiato, ogni elemento di arredo, delimitazione e copertura dovranno avere fattura e colori armonizzati con il contesto architettonico e le pavimentazioni. Vi dovrà essere uno studio particolareggiato per vie e piazze. Occorre pianificare il riordino di questi elementi considerandoli effetti di godimento pubblico, superando l’interesse privato. Qualsiasi collocazione di arredi su suolo pubblico deve trasformarsi in un valore aggiunto. Si deve evitare di costituire motivo di “disagio visivo” o “ingombro prospettico”.

Ugualmente, è da evitare l’ingombro di percorsi dei attraversamento, in particolare nelle piazze, garantendo le linee storiche di percorrenza (ad esempio tra via Napoli e il portico di Sant’Antonio, oppure in Piazza Yenne, dove le percorrenze sono completamente occluse). Si deve mantenere una precisa ragione di tutela delle vie di accesso a beni pubblici (panchine ecc.) e a monumenti, tutelandone l’immagine complessiva originaria.

Devono essere disciplinati i materiali, l’illuminazione, le coperture ed ogni altro elemento che potrebbe insistere in una collocazione esterna.

 

Rispetto del Codice dei beni culturali e del paesaggio

Il Codice, definendo le chiese e le piazze storiche beni culturali, ne regolamenta la valorizzazione, che consiste nell’esercizio delle funzioni e nella disciplina delle attività dirette a promuovere la conoscenza del patrimonio culturale e ad assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione pubblica del patrimonio stesso in forme compatibili con la tutela e tali da non pregiudicarne le esigenze. Esso cita interventi vietati:  i beni culturali non possono essere adibiti ad usi non compatibili con il loro carattere storico o artistico.

In altri termini, bisogna garantire la riconoscibilità dei diversi contesti monumentali presenti nel territorio.

 

Rispetto dei principi e delle norme del PPR

Il PUC è in fase di adeguamento al PPR. Nella predisposizione del piano comunale per l’area di piazza Yenne e de La Marina, è compito dell’amministrazione seguire le prescrizioni e le linee di tendenza del PPR.

 

Processo partecipato con operatori e cittadini

Questa inversione di tendenza deve essere oggetto di dibattito e confronto pubblico in città. Con gli operatori è opportuno continuare quel processo di capacity building ed empowerment per cui si coglie l’opportunità di un salto di qualità dell’offerta, preludio di un netto miglioramento complessivo dell’ambiente economico. Non è un caso che, a livello italiano, vi siano organizzazioni dei commercianti che propongono un “patto per il decoro”.

Per quanto riguarda l’amministrazione, bisogna prevedere una ampia pubblicità delle concessioni erogate, con la possibilità di visionarle sul sito, la prescrizione di appenderla nei locali che ne hanno fatto richiesta, nonché la possibilità, così come già viene fatto, di indicare con punti colorati i segni di confine della concessione.

 

 

Box – Piazza Yenne

Piazza Yenne è considerata luogo di condivisione in caso di eventi rilevanti per la città, luogo nel quale insistono e si affacciano diversi beni riconosciuti “Patrimonio edilizio di rilievo” nell’allegato C al Piano Urbanistico Comunale, quali il palazzo Rossi-Pipia, progettato da Gaetano Cima, ed altri edifici residenziali, o come la colonna miliare del 1822 e la statua di Carlo Felice, riconosciuti dal Piano Paesaggistico Regionale come beni identitari. La stessa piazza è stata interessata da campagne di indagine e da ritrovamenti di carattere archeologico.

In questi anni la presenza di dehors ha conquistato la maggioranza della piazza, rendendo poco riconoscibili i beni identitari là ubicati. 

 

 

Box – Piazza Santo Sepolcro

La Piazza Santo Sepolcro è, di fatto, il sagrato della Chiesa del Santo Sepolcro, Chiesa Monumentale e per questo meritevole di particolare tutela ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio.

Il 30 agosto 1864, con atto di cessione gratuita della piazza, stipulato tra membri dell’Arciconfraternita dell’Orazione e Morte e Giunta Municipale della Città, i Guardiani dismisero la Piazza a favore della Città, ad eccezione del libero ingresso alla Chiesa e alla Sacrestia. Una delle clausole recitava: “Il Piazzale cedendo dovrà in perpetuo rimanere per uso di pubblica Piazza, senza che possa il Municipio in alcun tempo, motivo e circostanza fabbricarvi o convertirlo in altro uso qualunque, ancorché di pubblica utilità, intendendosi in caso contrario ipso facto, e senza bisogno di alcun precedente interpellanza o atto giudiziale decaduto il Municipio dalla presente Cessione”.

Un atto pubblico del 1929 dispone che il Municipio provveda a “sgombrare la Piazza dalle bancarelle e vietare l’accesso ai carri ed a qualsiasi altro veicolo”.

Come è possibile, dati questi atti, concedere in uso o in affitto a terzi parte della piazza? Con riferimento al principio della “armonia con il contesto”, si annota che la via Dettori, nella parte prospiciente la piazza, è il luogo da cui si percepisce il prospetto e l’ampiezza della piazza, nonché delle sue essenziali caratteristiche di bellezza.

 

 

Alcune visioni per il futuro

È opportuno ragionare su che tipo di bellezza e città vogliamo salvaguardare, e che tipo di turismo favorire.

Se in piazza Santo Sepolcro o in piazza Yenne, o in qualunque altra area, vi sono decine di tavolini, ed i monumenti e la bellezza dei posti non ci sono più, perché non si vedono, abbiamo forse guadagnato qualche decina di caffè e di birre in più, ma ne abbiamo persi molti di più perché la città ha perso in bellezza e, quindi, tra le altre cose, in capacità di attrarre turisti.

Abbiamo forse guadagnato qualche turista mordi-e-fuggi, che non ha tempo per allontanarsi qualche minuto ed andare, per esempio, al porto o verso la villa di Tigellio o al castello di San Michele o al Poetto o a Pirri, dove dobbiamo migliorare la capacità ricettiva, anche dei dehors. Quale tipo di turismo vogliamo favorire?

Se riuscissimo a porre in atto sinergie positive con l’Autorità portuale e portare là la vita notturna che si sviluppa in alcune aree abitate del centro storico, avremmo sbagliato?

Scriviamo porto, ma potremmo scrivere Su Siccu, lungomare di viale Colombo, lungomare S. Elia, lungomare Poetto, ma anche, in una prospettiva un poco più lontana, lungomare Giorgino.

Sul centro storico, poi, vi è da fare una scelta generale: vogliamo un quartiere abitato, o vogliamo che si incammini sulla via già percorsa, per esempio, dal centro storico di Roma?

 

Download PDF Tags:

7 Comments

  1. Gilda Nonnoi says:

    Aggiungerei un box-piazza Savoia: la piazzetta-piscina è totalmente ostaggio di due ristoranti da anni, per la maggior parte delle ore del giorno e della sera infatti non è fruibile né dai cittadini, né dai bambini, né dai turisti. Inoltre la stessa piazzetta è una barriera architettonica, con nessun passeggino o carrozzina (H) è possibile entrare da una parte ed uscire dall’altra…

    • admin says:

      Sono d’accordo sulle barriere architettoniche, e sul fatto che in molte ore del giorno, quasi tutte, debba essere garantita la fruibilità pubblica, almeno parziale, di piazzetta Savoia.

      E

  2. […] Venerdì ho incontrato il presidente dei giovani di Confesercenti della provincia di Cagliari, Emanuele Frongia, per discutere di centro storico a Cagliari, tavolini e futuro del commercio e del turismo nella capitale della Sardegna. L’incontro nasce da alcuni articoli relativi ad un post su tavolini e bellezza nel centro storico, che potete trovare al link http://www.enricolobina.org/wp/2013/08/10/delle-regole-per-il-decoro-urbano-nel-centro-storico-una-p… […]

  3. […] DELLE REGOLE PER IL DECORO URBANO NEL CENTRO STORICO – UNA PROPOSTA SUI PRINCIPI […]

  4. Yeezy says:

    Yeezyhttp://www.yeezy.com.co/
    Yeezyshttp://www.yeezys.us.com/
    Yeezyhttp://www.yeezysupply.us.com/
    Yeezy Shoeshttp://www.yeezy-shoes.us.com/
    Yeezy Boost 350http://www.yeezy-boost350.com/
    Yeezy Boost 350http://www.yeezyboost350.us.com/
    Yeezy Boost 350 V2 Blue Tinthttp://www.yeezybluetint.com/
    Adidas Yeezy 500http://www.yeezy500utilityblack.com/
    Yeezy 500 Utility Blackhttp://www.yeezy500utilityblack.us/
    Nike Air VaporMaxhttp://www.vapor-max.org.uk/
    Salomon UKhttp://www.salomon-shoes.org.uk/
    Salomon UKhttp://www.salomons.me.uk/
    Salomon Shoeshttp://www.salomonspeedcross4.org.uk/
    Off White Jordanhttp://www.offwhitejordan1.com/
    Nike Air VaporMaxhttp://www.nikevapormax.org.uk/
    Nike Element 87http://www.nikereactelement87.us.com/
    Nike React Element 87http://www.nikereactelement87.us/
    Nike Plushttp://www.nikeplus.us/
    Nike Outlet Storehttp://www.nike–outlet.us/
    Nike Outlet Store Online Shoppinghttp://www.nikeoutletstoreonlineshopping.us/
    Nike Outlet Store Online Shoppinghttp://www.nikeoutletonlineshopping.us/
    Nike NBA Jerseyshttp://www.nikenbajerseys.us/
    Air Max 97http://www.nikeairmax.us/
    Air Max 2017http://www.max2017.us/
    Jordan Shoes 2018http://www.jordan-com.com/
    Jordan 11 Concord 2018http://www.jordan11-concord.com/
    Kanye West Yeezys Boost Shoeshttp://www.cs7boots1.com/
    Cheap NBA Jerseyshttp://www.cheapnba-jerseys.us/
    Birkenstock UKhttp://www.birkenstocksandalsuk.me.uk/
    NBA Jerseyshttp://www.basketball-jersey.us/
    Balenciagahttp://www.balenciaga.me.uk/
    Balenciaga UKhttp://www.balenciagauk.org.uk/
    Balenciaga UKhttp://www.balenciagatriples.org.uk/
    Balenciaga UKhttp://www.birkenstocks.me.uk/
    Balenciaga UKhttp://www.balenciagatrainers.org.uk/
    Air Max 270http://www.airmax270.org.uk/
    Adidas Yeezyshttp://www.adidasyeezyshoes.org.uk/
    Yeezy Shoeshttp://www.adidasyeezyshoes.org.uk/

  5. Yeezyhttp://www.yeezy.com.co/
    Yeezyhttp://www.yeezys.us.com/
    Yeezy Shoeshttp://www.yeezysupply.us.com/
    Yeezys Shoeshttp://www.yeezy-shoes.us.com/
    Yeezy Boost 350http://www.yeezy-boost350.com/
    Yeezy Boost 350http://www.yeezyboost350.us.com/
    Yeezy Shoeshttp://www.yeezybluetint.com/
    Yeezy 500http://www.yeezy500utilityblack.com/
    Adidas Yeezy 500http://www.yeezy500utilityblack.us/
    Vapor Maxhttp://www.vapor-max.org.uk/
    Salomonhttp://www.salomon-shoes.org.uk/
    Salomon UKhttp://www.salomons.me.uk/
    Salomon Speedcross 4http://www.salomonspeedcross4.org.uk/
    Off White Jordanhttp://www.offwhitejordan1.com/
    Nike Air VaporMaxhttp://www.nikevapormax.org.uk/
    React Element 87http://www.nikereactelement87.us.com/
    React Element 87http://www.nikereactelement87.us/
    Nike Air Vapormax Plushttp://www.nikeplus.us/
    Nike Outlet Storehttp://www.nike–outlet.us/
    Nike Outlethttp://www.nikeoutletstoreonlineshopping.us/
    Nike Outlet Storehttp://www.nikeoutletonlineshopping.us/
    Nike NBA Jerseyshttp://www.nikenbajerseys.us/
    Air Max 97http://www.nikeairmax.us/
    Nike Air Max 2017http://www.max2017.us/
    Air Jordan Shoeshttp://www.jordan-com.com/
    Jordan 11 Concord 2018http://www.jordan11-concord.com/
    Cheap Yeezy Shoeshttp://www.cs7boots1.com/
    Cheap NBA Jerseys From Chinahttp://www.cheapnba-jerseys.us/
    Birkenstock Sandalshttp://www.birkenstocksandalsuk.me.uk/
    Basketball Jerseyhttp://www.basketball-jersey.us/
    Balenciaga UKhttp://www.balenciaga.me.uk/
    Balenciaga UKhttp://www.balenciagauk.org.uk/
    Balenciagahttp://www.balenciagatriples.org.uk/
    Balenciaga UKhttp://www.birkenstocks.me.uk/
    Balenciagahttp://www.balenciagatrainers.org.uk/
    Air Max 270http://www.airmax270.org.uk/
    Yeezyhttp://www.adidasyeezyshoes.org.uk/
    Adidas Yeezyhttp://www.adidasyeezyshoes.org.uk/

  6. Yeezyshttp://www.yeezy.com.co/
    Yeezyshttp://www.yeezys.us.com/
    Yeezyhttp://www.yeezysupply.us.com/
    Yeezy Boost 350http://www.yeezy-shoes.us.com/
    Yeezy Boost 350http://www.yeezy-boost350.com/
    Yeezy Boosthttp://www.yeezyboost350.us.com/
    Yeezy Boost 350 V2 Blue Tinthttp://www.yeezybluetint.com/
    Yeezy 500 Utility Blackhttp://www.yeezy500utilityblack.com/
    Yeezy 500http://www.yeezy500utilityblack.us/
    Nike Air VaporMaxhttp://www.vapor-max.org.uk/
    Salomon UKhttp://www.salomon-shoes.org.uk/
    Salomon Shoeshttp://www.salomons.me.uk/
    Salomon Speedcross 4http://www.salomonspeedcross4.org.uk/
    Off White Air Jordan 1http://www.offwhitejordan1.com/
    Vapor Maxhttp://www.nikevapormax.org.uk/
    React Element 87http://www.nikereactelement87.us.com/
    Nike React Element 87http://www.nikereactelement87.us/
    Nike Air Vapormax Plushttp://www.nikeplus.us/
    Nike Outlet Onlinehttp://www.nike–outlet.us/
    Nike Outlet Storehttp://www.nikeoutletstoreonlineshopping.us/
    Nike Outlet Store Online Shoppinghttp://www.nikeoutletonlineshopping.us/
    Nike NBA Jerseyshttp://www.nikenbajerseys.us/
    Nike Air Maxhttp://www.nikeairmax.us/
    Nike Air Max 2017http://www.max2017.us/
    Jordan Shoeshttp://www.jordan-com.com/
    Jordan 11 Concordhttp://www.jordan11-concord.com/
    Cheap Yeezy Boosthttp://www.cs7boots1.com/
    Cheap NBA Jerseyshttp://www.cheapnba-jerseys.us/
    Birkenstock Sandalshttp://www.birkenstocksandalsuk.me.uk/
    NBA Jerseyshttp://www.basketball-jersey.us/
    Balenciagahttp://www.balenciaga.me.uk/
    Balenciagahttp://www.balenciagauk.org.uk/
    Balenciaga UKhttp://www.balenciagatriples.org.uk/
    Balenciagahttp://www.birkenstocks.me.uk/
    Balenciagahttp://www.balenciagatrainers.org.uk/
    Nike Air Max 270http://www.airmax270.org.uk/
    Yeezyhttp://www.adidasyeezyshoes.org.uk/
    Yeezy Shoeshttp://www.adidasyeezyshoes.org.uk/

Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

May 2020
Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sunday
27 April 2020 28 April 2020 29 April 2020 30 April 2020 1 May 2020 2 May 2020 3 May 2020
4 May 2020 5 May 2020 6 May 2020 7 May 2020 8 May 2020 9 May 2020 10 May 2020
11 May 2020 12 May 2020 13 May 2020 14 May 2020 15 May 2020 16 May 2020 17 May 2020
18 May 2020 19 May 2020 20 May 2020 21 May 2020 22 May 2020 23 May 2020 24 May 2020
25 May 2020 26 May 2020 27 May 2020 28 May 2020 29 May 2020 30 May 2020 31 May 2020

Cerca articolo

Archives


Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

You Tube

Whoops! There was an error retrieving the YouTube videos