logo image

CENTRO STORICO, BELLEZZA E PARTECIPAZIONE – UN INCONTRO CON CONFESERCENTI

August 26th, 2013  |  Published in Cagliari, Politica  |  1 Comment

Download PDF

27005-800x531

 

Venerdì ho incontrato il presidente dei giovani di Confesercenti della provincia di Cagliari, Emanuele Frongia, per discutere di centro storico a Cagliari, tavolini e futuro del commercio e del turismo nella capitale della Sardegna. L’incontro nasce da alcuni articoli relativi ad un post su tavolini e bellezza nel centro storico, che potete trovare al link http://www.enricolobina.org/wp/2013/08/10/delle-regole-per-il-decoro-urbano-nel-centro-storico-una-proposta-sui-principi/

Il rappresentante di Confesercenti, deviato dai titoli e dal taglio degli articoli, ha voluto vederci chiaro e, dopo aver letto il documento di cui sopra, ha affermato di condividerlo in pieno e di essere invece perplesso sulle ultime righe, che riporto:

Se riuscissimo a porre in atto sinergie positive con l’Autorità portuale e portare là la vita notturna che si sviluppa in alcune aree abitate del centro storico, avremmo sbagliato?

Scriviamo porto, ma potremmo scrivere Su Siccu, lungomare di viale Colombo, lungomare S. Elia, lungomare Poetto, ma anche, in una prospettiva un poco più lontana, lungomare Giorgino.

Sul centro storico, poi, vi è da fare una scelta generale: vogliamo un quartiere abitato, o vogliamo che si incammini sulla via già percorsa, per esempio, dal centro storico di Roma?”.

Vorrei provare a spiegarmi meglio, così come ho fatto dal vivo con la Confesercenti. Tra l’altro, sono disposto a qualunque tipo di confronto, pubblico o privato, sul tema.

 

1.    So bene come era La Marina prima della rinascita di questi ultimi 30 anni. Sono stato uno dei principali promotori, se non il principale, di un incontro pubblico, che si è tenuto in sala consiliare, sulla Marina negli ultimi 30 anni, di cui potete vedere i contenuti al link http://www.enricolobina.org/wp/2013/07/29/la-marina-e-le-sue-trasformazioni-6-giugno-2013-i-video/

La Marina è diventato il cuore di Cagliari. Dobbiamo ora programmare e progettare, insieme a tutti, il futuro di questo quartiere, alla luce delle belle trasformazioni conosciute negli ultimi 30 anni.

 

2.    Come praticato in questi anni, e scritto nel programma elettorale, non credo che l’amministrazione debba imporre il proprio volere alla cittadinanza. Credo che sia compito dell’amministrazione sviluppare scenari complessivi, strategici, per la nostra città, che guardino ai prossimi 20 anni, e a tutti i settori della vita produttiva e sociale, compreso quello del turismo e del commercio.

Uno degli scenari che immagino, che coinvolge altre istituzioni come l’Autorità Portuale e l’Ente Fiera, riguarda il fronte mare, che deve andare dal Poetto a Giorgino, sul quale stiamo in gran parte intervenendo. Stiamo intervendo al Poetto, coi lavori che partiranno a gennaio e la vicenda dei chioschi che, seppur in ritardo ed in mezzo a mille difficoltà, stiamo avviando a soluzione. Stiamo intervendo a S. Elia, ridando un bellissimo lungomare al quartiere e alla città.

 

3.    Il centro storico di Cagliari è un quartiere abitato. La collettività, tutta la collettività, deve discutere se vuole un centro storico abitato o se vuole un centro storico, così come è successo in tantissime città – innanzitutto Roma – che si spopola e diventa un centro uguale a tanti altri in giro per il mondo.

La mia posizione è che il centro storico di Cagliari deve essere vivo, abitato, riqualificato, non musealizzato. Il centro storico di Cagliari deve essere unico al mondo, così come è e lo è stato finora.

 

4.    Alla luce di queste considerazioni, vorrei discutere con tutta la cittadinanza e tutti gli operatori la possibilità che si programmino altre aree, oltre quelle esistenti, in cui possano svolgersi in completa libertà la vita notturna, senza che questo arrechi un oggettivo pregiudizio ad una parte, per quanto grande o piccola essa sia, della popolazione.

Il fronte mare di Cagliari è vastissimo e bellissimo. È arretrato pensare ad un suo sviluppo, anche commerciale e turistico, anche come luogo di sviluppo della vita notturna? Io credo di no, e credo che ne guadagnerebbe tutta la città, i visitatori ed i commercianti, specialmente quelli attivi nella vita notturna.

Allo stesso modo pensare, come succede in altre città, ad un’area dove sia prevista la possibilità di organizzare feste autogestite, dove ci si può portare da bere da casa, è da me vista positivamente.

 

5.    Allo stesso modo, il nostro patrimonio artistico ed ambientale deve essere difeso e valorizzato, anche più di quanto è stato fatto finora. La bellezza è un valore in sé, che deve essere tutelato, che fa bene a chi ci abita e a chi viene a trovarci. Non è un valore contrario allo sviluppo delle attività commerciali. Al contrario, solamente una città bella e vivibile può essere meta di turismo e diventare luogo in cui piace abitare e insediare attività produttive.

In questo senso, vorrei un centro storico dove i bambini possano abitare la città e le piazze, dove chiunque possa godere del meritato riposo la notte e dove diverse attività convivano, contribuendo a rendere la “città bianca” una delle città più vivibili del Mediterraneo, come già oggi è.

 

Ho esposto questi ragionamenti al presidente provinciale dei giovani di Confesercenti, Emanuele Frongia. Mi pare che ci si sia intesi.

Enrico

 

 

Download PDF Tags:

One Comment

Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

May 2020
Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sunday
27 April 2020 28 April 2020 29 April 2020 30 April 2020 1 May 2020 2 May 2020 3 May 2020
4 May 2020 5 May 2020 6 May 2020 7 May 2020 8 May 2020 9 May 2020 10 May 2020
11 May 2020 12 May 2020 13 May 2020 14 May 2020 15 May 2020 16 May 2020 17 May 2020
18 May 2020 19 May 2020 20 May 2020 21 May 2020 22 May 2020 23 May 2020 24 May 2020
25 May 2020 26 May 2020 27 May 2020 28 May 2020 29 May 2020 30 May 2020 31 May 2020

Cerca articolo

Archives


Twitter

Follow @EnricoLobina on twitter.

You Tube

Whoops! There was an error retrieving the YouTube videos