logo image

Fermiamo il TTIP! La lettera ai consiglieri comunali

May 15th, 2015  |  Published in In evidenza, Politica, Sardegna

Download PDF

865aa05bf074538903e915cfa6dabd6ff186e312656074174da7a039

 

Distinto Consigliere comunale

 

Oggetto: il TTIP ed i suoi effetti per la Sardegna

 

Siamo un gruppo di cittadini e associazioni di varia natura, che il 20 aprile 2015 hanno costituito il comitato Stop TTIP Casteddu (Cagliari).

Il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), ovvero il Partenariato Transatlantico sul commercio e sugli investimenti, è un trattato sul libero scambio e sul commercio in via di negoziazione tra Stati Uniti e Unione Europea (UE). Nonostante la pubblica rilevanza del trattato e nonostante il, seppur formale, regime democratico che contraddistingue i sistemi politici europei e statunitensi, il negoziato sta andando avanti in maniera tale che solo le grandi multinazionali e le grandi imprese possano avere voce in capitolo. I popoli europei, ancora una volta, non conteranno nulla.

Il TTIP è un trattato che tutela gli interessi delle multinazionali e delle grandi imprese, in aperta ostilità con gli interessi dei lavoratori e dei popoli europei. In particolare, la Sardegna, dove la stagnazione produttiva e la disoccupazione raggiungono livelli molto alti, risulterebbe particolarmente colpita. .

Nel trattato si prevede l’abbattimento delle “barriere normative”, che favorirebbe la crescita economica e porrebbe le basi per gli investimenti delle grandi multinazionali e delle imprese. L’assenza delle barriere normative favorirebbe palesemente le multinazionali e le grandi imprese, a discapito però delle economie dei piccoli territori come quella sarda, , e a discapito dei lavoratori e delle lavoratrici che avranno sempre meno potere contrattuale.

Cosa significa, in concreto, per la Sardegna (ma non solo) l’abolizione delle cosiddette “barriere normative”? Con il TTIP, qualora fosse approvato, verrebbero meno le regole sulla sicurezza alimentare che, anche senza tenere in considerazione il rischio per la salute dei cittadini, danneggerebbero la nostra isola in quanto sarebbe impossibile tutelare i prodotti agricoli di qualità e a Denominazione di Origine protetta, di cui la Sardegna è ricca. Inoltre, per quanto riguarda l’ambiente, che in Sardegna risulta particolarmente inquinato, non sarà più l’industria privata a dover dimostrare di non inquinare, ma sarà onere dello Stato o della Regione dimostrare che quell’industria inquini per cercare di bloccare lo scempio.

Oltre a sfavorire e danneggiare i piccoli e medi agricoltori, questo trattato approfondirebbe la crisi dei lavoratori e dei disoccupati, che perderebbero quasi totalmente quella già poca forza contrattuale che ancora conservano. Infatti, attraverso l’Isds (Investor-State Dispute Settlement), la multinazionale, qualora fosse in qualche modo danneggiata in termini di profitto da qualche decisione politica o conquista sociale dei lavoratori, potrà fare causa allo Stato rivolgendosi non al tribunale di quello Stato ma ad un arbitratointernazionale, in cui uno degli arbitri è scelto dalla multinazionale, uno dallo stato ed il terzo congiuntamente. Per esempio, in Egitto, l’azienda Veolia ha fatto causa allo Stato egiziano per aver aumentato i salari dei lavoratori pubblici e privati, riducendo il proprio profitto.

Considerato che il presente trattato è di interesse generale della totalità del popolo sardo, chiediamo ai singoli consiglieri di prendere una posizione netta. Nel Consiglio comunale di Cagliari è stata presentata una mozione, , intitolata “Un’azione politica sul Partenariato Transatlantico su commercio ed investimenti (TTIP”.) a cura di un gruppo di consiglieri, i quali hanno sensibilizzato l’intero Consiglio sul tema, invitando “ il Sindaco e la Giunta a promuovere, presso i cittadini del nostro territorio e presso tutti gli altri enti locali, azioni di sensibilizzazione e mobilitazione contro il TTIP, in quanto in questo trattato viene leso, tra gli altri il principio costituzionale della sovranità delle autonomie locali”.

 

Le chiediamo di esprimersi.

 

Cordiali saluti,

Comitato Stop TTIP Casteddu (Cagliari)

 

Download PDF Tags:

Comments are closed.

Twitter

  • The RSS feed for this twitter account is not loadable for the moment.

Follow @EnricoLobina on twitter.

July 2024
Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sunday
1 July 2024 2 July 2024 3 July 2024 4 July 2024 5 July 2024 6 July 2024 7 July 2024
8 July 2024 9 July 2024 10 July 2024 11 July 2024 12 July 2024 13 July 2024 14 July 2024
15 July 2024 16 July 2024 17 July 2024 18 July 2024 19 July 2024 20 July 2024 21 July 2024
22 July 2024 23 July 2024 24 July 2024 25 July 2024 26 July 2024 27 July 2024 28 July 2024
29 July 2024 30 July 2024 31 July 2024 1 August 2024 2 August 2024 3 August 2024 4 August 2024

Cerca articolo

Archives


Twitter

  • The RSS feed for this twitter account is not loadable for the moment.

Follow @EnricoLobina on twitter.

You Tube

Whoops! There was an error retrieving the YouTube videos