su sirboni

Su Sirboni di Viale Trento – Il tempo è mutato.

Come ogni fine Agosto l’inclemenza del tempo ha buttato giù tanta acqua che Dio la manda e tanto ha mandato che come al solito Pirri (Caput Acquae) è sott’acqua.

Annoso problema, tecnicamente difficile da arginare, anche dotandosi di canotti e paperelle.

Direi che l’autunno comincia nel solito modo; almeno qualche certezza in periodi travagliati..

E’ tornato a trovarmi nel mio eremo sulla Torre di Viale Trento, il mio amico Marinu, vecchio gabbiano corso lontano parente di Jonathan Livingstone per parte di uovo; mi ha detto che si è molto divertito a cacciare per le vie strette del quartiere animali pelosi a quattro zampe e lunga coda (Merdonas).

Anche per lui un po’ di carne tenera dopo tanta immondizia sarda e non (Aliga indifferenziata).

Con la pioggia, mi dice, sono tornati a frequentare assiduamente il Palazzaccio, gli Assessori lumb – ardi (incastro fra lumbard e sardi); un bel viavai di macchine e borse con relativo trasportatore a dialetto/lingua variabile, giacchetta grandi magazzini tipo fighetto.

Il Presidente Solinas, rinfrancato dai 7 milioni di presenze turistiche, si è positivamente (si scherza eh..) caricato di promesse: 1.6 miliardi di Euri per ben 4 ospedali nuovi ; speriamo non sia in gara con il milione di posti del Silvio finalmente positivo (cambio di visione filosofica: dall’edonismo al positivismo). Per il momento come moltiplicatore (non di pani e pesci) il sempre sorridente Presidente ci regala (e si regala) invece che un’ATS ( Agenzia per la tutela della salute) ,ben 8 nostalgiche ASL (Azienda sanitaria Locale) con 8 Direttori Generali, 8 Consigli di amministrazione et ceteram… Non sarà un miracolo stile Cana, ma non è niente male come numero; il dubbio rimane sull’equilibrio nella distribuzione delle postazioni tra comandanti ascari sardi e generali illuminati dalla Madunina… vedremo.

Intanto, si muove in bello stile clientelar democristiano, anche qualche altro Assessorato come quello del Personale.

Tragicamente preoccupati per la ormai abissale mancanza di impiegati, dalla Direzione Generale di cotanto Assessorato è partita la ricerca fra i 2200 dipendenti della RAS di uno capace a fare i concorsi (tradotto in vulgaris).

Poiché mi è suonato un campanellino d’allarme, sono andato a vedere l’organigramma dell’Assessorato; e stranamente incardinato sotto la Direzione Generale dello stesso, splende un inossidabile Servizio Concorsi, perfino dotato di personale e dirigente.

Mi opprime una quaestio: Ma se per fare i concorsi serve un esperto, gli addetti attuali che faranno? I concorsi a punti? La raccolta delle figurine? O magari si tratta di un’estensione in fieri dell’ennesima prebenda agli amici degli amici?

A questa domanda Marinu ha garrito con un battito d’ali poderoso; chissà che avrà voluto dire…

Intanto fra giornali, Camere di Commercio, albergatori and so on (è solo il primo anglismo, chiedo venia…), chi ci capisce qualcosa sui numeri della monocultura turistica è bravo; a picco le prenotazioni …siamo solo al 40%…. perdite dell’80 %…agosto con pienone in Sardegna…un milione di arrivi sull’isola.

E basta!

Mettetevi d’accordo per favore; noi poveri ex nuragici abituati alla semplicità dell’uso dell’aritmetica e della logica razionale (filosofia razionalista e non edonista) in questo polverone pieno di Covid, non possiamo far altro che rafforzare i nostri DPI (dispositivi di protezione da imbecilli) e pensare che la tecnica del chiagni e fotti forse funziona sempre…

Godiamoci questo Settembre, che ora escono i porcini neri e rinizia il campionato di palla prigioniera (della pandemia)…

Un saluto dalla torre di viale Trento dal vostro zannuto…..

Site Footer